Che cosa è la Psicoterapia e a chi può essere utile? 

La psicoterapia è essenzialmente un incontro tra due persone, che decidono, di comune accordo, di intraprendere un viaggio: un paziente che si impegna in un percorso di scoperta di sé e crescita personale, qualsiasi sia il motivo che lo ha condotto lì, e un terapeuta che lo accompagna a riconoscere la propria strada; all’interno di una relazione terapeutica che stimola ascolto, curiosità, riflessione e conoscenza di sé.

Quando una persona decide di rivolgersi ad uno Psicologo-Psicoterapeuta non significa che è matto o diverso ma significa che sta attraversando un periodo di crisi, malessere e disagio in cui non riesce da solo o semplicemente con l’aiuto di un amico, a mettere ordine e a dare un senso ai fatti quotidiani che gli creano sofferenza (lavoro, studio, rapporti di coppia, relazioni con i figli, relazioni di amicizia, passaggi importanti e cambiamenti di vita).

La psicoterapia è un percorso condiviso: i tempi e i modi degli incontri vengono concordati insieme durante il primo colloquio, che ha come obiettivo la conoscenza reciproca, la messa a fuoco delle richieste del paziente e la definizione degli obiettivi da raggiungere. Tempi, modi e obiettivi possono essere ridefiniti con l’evolversi degli incontri.

Lo strumento principale della psicoterapia è il colloquio, finalizzato all’acquisizione di un nuovo livello di consapevolezza.

Tempo della psicoterapia = momento di pausa, di riflessione, di ricerca.

In questo “Tempo” ci si prende il Permesso di fermarsi e di riflettere sui pensieri, comportamenti ed emozioni che ci creano malessere e disagio e si può imparare ad essere sempre più autentici, nel senso di maggiormente consapevoli, spontanei ed intimi con se stessi e con gli altri.

Rivolgersi a uno psicoterapeuta è un atto d’amore per se stessi e per chi ci è vicino.